Il tema del carnevale 2016: Creatum ovvero delle Arti e delle Tradizioni

UN GRANDE PALCOSCENICO DOVE LE ARTI, I MESTIERI E LE TRADIZIONI DIVENTANO PROTAGONISTI DELLA STORIA VENEZIANA.

CREATUM come idea della ripartenza, come una rinascita delle antiche origini di Venezia. I nomi delle calli e dei campi della città come “calle del forno”, “ruga dei oresi”, “campiello del remer”, “fondamenta dei vetrai”, “calle dei fuseri” o la ” frezzaria” sono un inno alle arti dei mestieri, e troveranno la massima espressione in Piazza San Marco.
Come in un villaggio delle meraviglie, realizzato dalle scenografie del Teatro La Fenice, gli artigiani e le loro eccellenze ci racconteranno la storia unica di Venezia.

LA VALORIZZAZIONE DELLE ECCELLENZE DEL TERRITORIO

Prosegue e si rafforza la valorizzazione delle eccellenze del territorio che, come nelle precedenti edizioni, ha visto la collaborazione con importanti realtà artistiche tra cui i scenografi Angelo Lodi, Guerrino Lovato e Massimo Checchetto, i costumi dell’Atelier Nicolao e dell’Atelier Longhi di Francesco Briggi, rafforzandosi quest’anno grazie alla collaborazione con i mascareri e con i tessutai.

L’INVITO A TRASCORRERE A VENEZIA LA FESTA

“Trascorrere” il Carnevale a Venezia vorrà dire immergersi nella festa per definizione. Venezia proporrà un ricchissimo carnet di performance, spettacoli e manifestazioni collegate anche all’enogastronomia ed ai suoi prodotti d'eccellenza. La tradizione letteraria, teatrale e musicale, sia nazionale che mondiale offre molteplici spunti cui si ispireranno le scelte artistiche e scenografiche quest’anno sotto la direzione artistica di Marco Maccapani.

COME IN UN’ANTICA BOTTEGA PER SCOPRIRE COME NASCE UNA MASCHERA DA VOLTO O SI CONFEZIONA DI UN PREZIOSO COSTUME

Saranno le Arti e i Mestieri i protagonisti di questo Carnevale. Dal vivo, per il pubblico, mascherei, tessutai, sarti e vetrai apriranno in Piazza San Marco le loro botteghe come nelle Venezia del ‘700. Le attività più minute o delicate saranno amplificate in piazza attraverso un grande schermo. Attori e maschere enfatizzeranno i momenti e i passaggi importanti delle attività artigianali; le fondamenta per trasmettere il messaggio che le tradizioni e le arti di Venezia sono reali, inalterate e presenti da secoli nella città. La “machina” scenica di Piazza San Marco incornicerà così un grande quadro vivente con maschere, costumi e stoffe, dove le arti dei mestieri sono incorniciati da squarci della vita veneziana di un tempo, dove il teatro e la musica, si alternano fino ad un trionfo finale.

Calli e campi di Venezia diventeranno anch’essi luoghi di spettacoli musicali e teatrali insieme alla terraferma, dove il Carnevale si diffonderà facendo di questa festa una spettacolare vetrina della lunga tradizione della civiltà veneziana. Mentre allestimenti e rievocazioni riproporranno, proprio nella fabbrica per eccellenza, l’Arsenale, il rapporto di Venezia con i mestieri.

Grazie alla collaborazione con i Musei e con le istituzioni culturali veneziane saranno proposti itinerari culturali tematici di visita, aperture straordinarie, mostre temporanee, itinerari iconografici.

LA MUSICA ED IL TEATRO
Ricco e articolato il programma dedicato al teatro e alla musica. L’arte del mascheramento ha avuto una delle sue maggiori espressioni proprio a Venezia. Il Carnevale 2016 quindi riscopre il teatro, l’opera e la commedia non solo all’interno dei Teatri ma anche all’aperto, nel palcoscenico della Piazza San Marco, nei campi, nelle calli. Un grande spettacolo nel quale il mondo del reale e dell’illusione artistica si congiungono, valorizzando tutte le tradizioni della cultura dell’arte e dei mestieri della civiltà Veneziana.
Il Carnevale riporterà anche la Musica nei campi e nelle calli e lungo i canali di Venezia, trasformando la festa in un Carnevale itinerante.

IL CARNEVALE DELLA CULTURA

Prosegue il coinvolgimento delle Istituzioni culturali diffuso su tutto il territorio a Venezia e in terraferma con il Programma culturale: un palinsesto che si articola per tutto il periodo della manifestazione collegando le realtà culturali cittadine, dai Musei Civici al Polo Museale Statale, incluse le Fondazioni private indipendenti in un prezioso calendario di appuntamenti (concerti, convegni, mostre, rassegne teatrali e cinematografiche) declinato sul tema del Carnevale, opere che testimoniano la cultura dell’arte e dei mestieri a Venezia; itinerari iconografici incentrati sulle arti anche nei luoghi del sacro; spettacoli teatrali e di commedia; favole per bambini e teatrini, oltre a laboratori per diventare anche loro protagonisti dell’arte dell’artigianato.

EDUARDO GUELFENBEIN FIRMA L’IMMAGINE DEL CARNEVALE DI VENEZIA 2016

Il poster per il Carnevale di Venezia 2016, immagine ufficiale della manifestazione, e tutti gli elementi grafici di questa edizione sono stati realizzati dall’artista Eduardo Guelfenbein che ha lavorato con la tecnica del ‘cut out’, ritagli , presi dalle sue opere pittoriche recenti. “Da sempre mi sono divertito a fare dei collages, giocare con le forbici - afferma Eduardo – il carnevale si presta benissimo a questa esplosione di colori vibranti. Le simbologie ritagliate rispecchiamo la creatività e l’immaginazione che sta dietro agli eventi”.

Share on FacebookTweet about this on Twitter

Nel giorno della purificazione di Maria, il 2 febbraio, aveva luogo la Festa delle Marie, con cui fornire di dote dodici bellissime ragazze.
Alberto Toso Fei
Venezia Unica, il city pass per Venezia!

Acquista qui i biglietti per i mezzi di trasporto, gli eventi in programma e i servizi culturali

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie presenti sul sito del Carnevale di Venezia. Ulteriori informazioni   Ho capito

generiche_no_booking